Graziano Romani

GRAZIANO ROMANI BIOGRAFIA

Graziano Romani, cantautore di origini emiliane (Casalgrande, RE). La sua voce è stata spesso definita dalla critica “una delle più belle del panorama italiano”. È un artista assolutamente prolifico ed eclettico: ad oggi ha composto più di trecento canzoni, vanta una corposa discografia con più di 16 album pubblicati, ed i suoi concerti sono un concentrato di energia, sincerità e passione. Agli esordi, nel 1981 fonda il gruppo “Rocking Chairs” esibendosi poi in numerose tournée in Italia e all'estero, e realizzando quattro album, tutti composti da brani originali scritti da lui e da alcune "covers" di Dylan, Van Morrison, Springsteen, Rolling Stones, interpretate in maniera personale e sanguigna. Gli ultimi due dischi vengono registrati in USA (New York e Nashville), offrendogli così la possibilità di duettare con grandi artisti americani come Elliott Murphy, Willie Nile, Ashley Cleveland, Robert Gordon ed tanti altri. Le ottime recensioni da parte della critica e l’entusiasmo del pubblico decretano la validità della sua proposta artistica, una efficace miscela di folk, rock classico, soul-r&b, ma con l’aggiunta di ingredienti melodici e tematici tipicamente europei. Dal 1991, chiuso il periodo con i Chairs, Romani comincia a comporre e a proporre canzoni con testi in italiano, iniziando così la sua carriera solista. Dal '92 si esibisce accompagnato dalla sua nuova band (da lui battezzata “Mescalero”) e dello stesso periodo è la realizzazione del suo disco solista intitolato "Graziano Romani" (WEA, 1993), registrato con i musicisti delle "Storie Tese" (senza Elio, però), e con la co-produzione di Massimo Riva, artista da sempre al fianco di Vasco Rossi. Nel 1994 partecipa al concerto del 1° Maggio a Roma, davanti a più di 200.000 persone, iniziando proprio con la sua esibizione, trasmessa in diretta dalla RAI. Sempre in quel periodo intraprende un lungo tour di concerti in giro per la penisola. Nel 1994 la WEA pubblica il secondo volume di "Innocenti Evasioni", disco-tributo alle canzoni di Lucio Battisti, con interpreti come Cristiano De Andrè, Tazenda, Pitura Freska e altri: Graziano partecipa con una intensa versione del brano "L'aquila". Nel 1995 è coinvolto nel primo disco-tributo alla storica band dei Genesis, un doppio cd dal titolo "The River Of Constant Change", insieme ad artisti italiani e stranieri: Graziano interpreta "Looking For Someone". Nel dicembre dello stesso anno realizza, insieme a Elio e Le Storie Tese, il singolo "Christmas With The Yours" (nelle vesti del "Cantante Misterioso" insieme al "Complesso Misterioso"): un fortunato progetto a sfondo benefico, a favore delle associazioni LILA e ANLAIDS. Nel 1996 nasce la Dinamo Rock, ovvero la nazionale italiana cantanti rock, alla quale Graziano aderisce fin dall'inizio. Grazie a questa atipica squadra di calcio si consolida l'amicizia tra Graziano e Max Cottafavi (chitarrista di Ligabue & Clandestino), Briegel (bassista dei Ritmo Tribale) e Lor e Wilko dei Rats. Ne esce quindi il progetto "Megajam 5", un vero ‘supergruppo’ che rende omaggio ai classici del rock: dopo alcuni entusiasmanti concerti, prende forma l'idea di realizzare un disco, intitolato poi semplicemente con il nome della band, contenente grandi covers anni ’60 e ’70, dai Led Zeppelin ai Free, dai Beatles ai Kinks. Sul disco è presente inoltre una canzone di Jimi Hendrix, "Gypsy Eyes", che ha letteralmente entusiasmato Buddy Miles, il suo mitico batterista nella Band Of Gypsys. Durante la sua breve tournée italiana di quel periodo, Miles incontra Graziano, si crea una complicità che sfocia poi nel duetto, ripreso anche per un esclusivo videoclip, di una nuova efficacissima versione di Gypsy Eyes. Nel maggio 2008 Graziano compone ed incide il brano “Darkwood”, dedicato al famoso personaggio dei fumetti Zagor: basandosi su una strofa scritta dagli sceneggiatori degli albi a fumetti tanti anni prima, ne aggiunge un'altra e i ritornelli, e compone una musica dai toni irish-folk, molto evocativa. Il brano è realizzato per i numerosissimi appassionati dello 'Spirito Con La Scure', che da subito dimostrano di apprezzare questo suggestivo 'inno' dedicato al loro intramontabile eroe, creato da Sergio Bonelli e Gallieno Ferri nel lontano 1961. A settembre 2008, Graziano inizia inoltre a comporre e a registrare i primi brani che formeranno l’ambizioso progetto di un disco interamente dedicato a Zagor. Due stagioni dopo, sul finire di maggio 2009 l’editore Coniglio pubblica il primo libro di Graziano, scritto insieme a Moreno Burattini e intitolato “Gallieno Ferri: Una Vita Con Zagor”, opera biografico-critica sulla vita e le opere dell’artista e creatore grafico del grande eroe bonelliano. Finalmente, dopo circa un anno di lavoro, ottobre 2009 vede l’uscita del disco “Zagor King Of Darkwood”, concept-album dedicato a Zagor, lo “Spirito con la Scure” eroe dei fumetti d’avventura amatissimo da Graziano: undici brani scritti appositamente e quattro ‘traditionals’ di origine irlandese e nordamericana, per un’opera che vede la partecipazione di musicisti d’eccezione e vari ospiti, come i cantautori Andy White e Matthew Ryan. Un disco ispirato e intenso, che testimonia la passione autentica e la piena maturità artistica raggiunta dal cantautore emiliano: un artista sincero, che ama raccontare le sue ‘storie cantate’ suggestivamente sospese tra la Via Emilia e il west, tra Dreamland e Darkwood.